Vai al contenuto

L’amante

febbraio 20, 2013

L’amante
sfiora la tua pelle
con lo sbuffo d’aria
della veste
d’un passante.

L’amante
nasconde le sue labbra
nell’astuccio
dei rossetti
e con essi
le tue labbra sfiora,
mentre scegli attenta
tra rosso pervinca,
terra d’oriente
o elettrico viola.

L’amante
t’accarezza i capelli
con le mani dolci
della sciampista,
un bacio caldo
sul collo con il fon,
suo l’odore della terra,
sue le parole
delle frasi rubate
alle persone
affaccendate,
delle note dissolte
sulla scia d’un rombo
di motore
che fugge
chissà dove.

Scompiglia gli anelli
nei cassetti,
l’amante,
abbandona, nel silenzio
della notte,
l’eco del suo nome
sul tuo cuscino,
traccia sul soffitto
con i fari
d’auto perdute
nella notte
il ricordo dell’estate
le sue stelle cadute
L’amante
sussurra il suo amore
con il ticchettio
d’un esausto rubinetto,
– T’amo, t’amo, t’amo.
mormorio d’acqua,
in ogni goccia
– T’amo, t’amo, t’amo.
perdendosi nel bianco
d’uno spossato lavandino.

L’amante
lascia di sé
tracce ovunque.
ampie foglie
di magnolia
fremono
al tuo passaggio
come le sue mani
su di te.

From → Poesia

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: